Galleria Tommaso Calabro | CASA IOLAS. CITOFONARE VEZZOLI

Tommaso Calabro, Milano

CASA IOLAS.
CITOFONARE VEZZOLI

Omaggio ad Alexander Iolas

Le attività sono sospese sino al 3 aprile 2020 nel rispetto delle misure di contenimento del Covid-19.

“I have art and my life is full”
Alexander Iolas

La galleria d’arte Tommaso Calabro presenta, Casa Iolas. Citofonare Vezzoli, una grande mostra dedicata al gallerista e collezionista greco Alexander Iolas (1907-1987), curata da Francesco Vezzoli (1971) con un allestimento di Filippo Bisagni.

Alexander Iolas fu uno dei più importanti mercanti d’arte della seconda metà del Novecento. Tra i primi a creare un sistema internazionale di gallerie satelliti, introdusse il Surrealismo negli Stati Uniti e organizzò la prima mostra personale di Andy Warhol. Amico e sostenitore di alcuni dei più grandi artisti del suo tempo, Iolas iniziò tuttavia a essere dimenticato subito dopo la sua morte. La stessa sorte toccò alla sua casa di Atene, Villa Iolas, la cui inestimabile collezione d’arte venne saccheggiata e andò in gran parte dispersa.

Risultato di una ricerca sull’attività espositiva di questo visionario mercante d’arte, Casa Iolas. Citofonare Vezzoli intende rievocare gli spazi perduti della sua leggendaria abitazione. Attraverso lo sguardo di Vezzoli, artista che da sempre si interroga sulle complessità psicologiche di personaggi celebri, la mostra propone la riscoperta di una figura cardine del mercato dell’arte novecentesco. Con questo progetto Tommaso Calabro continua il suo iter espositivo finalizzato a valorizzare alcuni dei galleristi più importanti, ma spesso parzialmente dimenticati, del ventesimo secolo. Casa Iolas. Citofonare Vezzoli è il secondo capitolo di un percorso avviato dalla galleria nel 2018 con la mostra inaugurale dedicata all’italiano Carlo Cardazzo (1908-1963).

14 Gennaio 2020
Apre PART – Palazzi dell’Arte di Rimini
19 Febbraio 2020
VIASATERNA | Cristóbal Gracia. Lucciole nella terza natura