Arte Sella

Arte Sella: the contemporary Mountain

Arte Sella: the contemporary Mountain da più di trent’anni rappresenta il luogo dove arte, musica, danza e altre espressioni della creatività umana si fondono, dando vita a un dialogo unico tra l’ingegno dell’uomo e il mondo naturale. Arte Sella è un’associazione culturale impresa sociale, che si avvale della collaborazione di uno staff qualificato, con il supporto di una importante rete di partner. Nel corso degli anni più di 300 artisti hanno collaborato alla crescita di Arte Sella, dando vita a tre percorsi espositivi costellati di opere d’arte.
Per più di trent’anni Arte Sella è stata sinonimo di arte nella natura, un laboratorio creativo unico in Italia e nel mondo, dove l’arte ha tessuto un dialogo continuo con la natura sorprendente della Val di Sella, valle laterale della Valsugana, in Trentino.
Arte Sella è un museo a cielo aperto che comprende una considerevole porzione della Val di Sella. Due sono i percorsi visitabili durante tutto l’anno, con orari diversi che cambiano a seconda della variazione naturale delle ore di luce. Un primo percorso ha inizio presso Villa Strobele, una delle tante dimore storiche della valle, sede della nascita di Arte Sella e delle prime esposizioni. Con la definizione del progetto Arte Sella Architettura, a partire dal 2017, Villa Strobele è diventata luogo fondamentale di riflessione sulla questione dell’abitare e del paesaggio e quindi, in ultima istanza, a quale relazione potrà avere in futuro l’uomo, l’umanità, con i luoghi in cui è insediato e che sono attraversati da un processo continuo di mutamento e di modellazione.
Architetti quali Kengo Kuma, Eduardo Souto de Moura, Michele de Lucchi, Atsushi Kitagawara, Ian Ritchie e Stefano Boeri hanno realizzato ad Arte Sella opere d’arte architettoniche capaci di indagare questi temi, senza necessità di assolvere ad alcuna funzionalità immediata.
Da Villa Strobele, il sentiero Montura, arricchito da una serie di sedute d’autore progettate da artisti e designer quali Alberto Meda, Aldo Cibic, Matteo Poli e Giulio Iacchetti, accompagna i visitatori ad ammirare le peculiarità paesaggistiche della valle. Al termine Arte Sella accoglie i propri visitatori presso l’Area di Malga Costa. L’edificio della malga, un tempo dedicato all’alpeggio, è ora sala espositiva e luogo di incontri. Attorno ad esso si dipana un percorso espositivo che contempla alcune tra le opere più monumentali e note al grande pubblico, come la Cattedrale Vegetale
di Giuliano Mauri, Terzo Paradiso – La Trincea della Pace di Michelangelo Pistoletto, Simbiosi di Edoardo Tresoldi, Radice Comune di Henrique Oliveira, Trabucco di Montagna di Arne Quinze e Liquid Landscape di Daan Roosegaarde.
A partire dalla sua fondazione, nel 1986, Arte Sella si è evoluta interpretando il proprio ruolo di fucina creativa in ascolto della natura e ponendosi come potente strumento a disposizione inizialmente di una piccola comunità alpina, in seguito di un mondo molto più ampio, per immaginare possibili scenari futuri e possibili dinamiche di relazione uomo-natura.
All’indomani della tragedia di Chernobyl nacque subito l’esigenza di trovare una via per ristabilire un nuovo equilibrio con la natura: ad Arte Sella questa necessità si è declinata, nel corso di trentacinque anni, tramite lo sguardo e la visione di più di trecento artisti che, abbandonato il ruolo di protagonisti assoluti dell’atto creativo, si sono affiancati alla natura, loro alleata nella creazione e nella trasformazione dell’opera. La mutazione delle opere di Arte Sella è continua, costante e soggetta alle condizioni atmosferiche e allo scorrere delle stagioni.

6 Luglio 2022
Fondazione Luigi Rovati
4 Ottobre 2022
E.ART.H. Eataly Art House
This error message is only visible to WordPress admins

Error: No feed found.

Please go to the Instagram Feed settings page to create a feed.